3

Sono oltre 30mila le persone controllate dalle Forze di Polizia dall’11 marzo scorso nel territorio della provincia di Barletta Andria Trani, nell’ambito delle attività messe in campo per garantire l’attuazione delle misure del Governo per il contenimento della diffusione del Coronavirus.

Nella giornata di ieri, martedì 31 marzo, i controlli hanno riguardato 1.065 cittadini, 76 dei quali sono stati sanzionati ai sensi dell’art. 4, comma 1, del Decreto Legge 19/2020, per il mancato rispetto delle predette misure governative; 6 persone, invece, sono state denunciate per aver violato gli articoli 495 e 496 del Codice Penale (falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali e false dichiarazioni sulla identità o su qualità personali).

Sempre nella giornata di ieri, inoltre, i controlli hanno riguardato altri 101 esercizi commerciali.

Complessivamente, dunque, dall’11 marzo scorso le persone controllate salgono a 30.335; le denunce per violazione dell’art. 650 del Codice Penale sono 1.705, mentre 50 quelle per violazione degli articoli 495 e 496 del Codice Penale; le persone sanzionate ai sensi dell’art. 4, comma 1, del Decreto Legge 19/2020, sono invece 371; a questi numeri si aggiungono 5 arresti e 45 denunce per altri reati.

Gli esercizi commerciali complessivamente controllati sono 4.239, con 50 titolari denunciati per violazione dell’art. 650 del Codice Penale e 21 titolari sanzionati amministrativamente.

I controlli, eseguiti dalle Forze dell’Ordine con la collaborazione delle Polizie Locali dei dieci Comuni e con il coordinamento della Prefettura, proseguiranno rigorosamente nei prossimi giorni, in quanto non è possibile in questa fase abbassare la guardia neanche per un attimo, soprattutto nei confronti di una ristretta frangia di persone che si ostina a disattendere, nonostante i ripetuti richiami al senso di responsabilità, le misure imposte dal Governo.

Quest’oggi, intanto, il Prefetto di Barletta Andria Trani, Maurizio Valiante, ha tenuto una riunione in videoconferenza con i Sindaci della provincia nella quale si è fatto il  punto della situazione e verificato che è tutto pronto per procedere già nei prossimi giorni da parte degli Uffici comunali alla concreta erogazione ai cittadini delle risorse stanziate dal Governo per fronteggiare l’emergenza alimentare, secondo le modalità puntualmente predisposte da ciascun Comune.