Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma di Movimento Pugliese, consiglieri comunali Nino Marmo, Marcello Fisfola e Luigi Del Giudice.

«Quello che temevamo da tempo, alla fine si è verificato. Le associazioni sportive andriesi sono state costrette a bloccare le proprie attività a causa di scellerate decisioni e inaccettabili ingerenze dell’Amministrazione comunale sempre più divisa e disorientata.

Nel cercare di porre rimedio ad una situazione ormai sfuggita di mano, la maggioranza continua goffamente a creare confusione nel mondo dell’associazionismo sportivo senza proporre soluzioni chiare.

Alla luce della grave situazione che si è venuta a determinare nella gestione degli impianti sportivi di Andria, abbiamo indirizzato al Presidente del Consiglio comunale una richiesta urgente di convocazione della conferenza dei Capigruppo per discutere e decidere sulla questione. Appaiono, infatti, incomprensibili i motivi che hanno portato l’Amministrazione comunale prima a ad assegnare e poi a revocare la gestione degli impianti sportivi alla Polisportiva Città di Andria con riflessi assai negativi sui numerosi giovani atleti che vedono improvvisamente cessare ogni attività delle associazioni sportive».