Non ci sono più alibi. Aldo Roselli aveva spiegato nel comunicato stampa che annunciava l’addio con il ds Alessandro Degli Esposti, lo conferma ai microfoni di Telesveva, spiegando i motivi alla base della separazione, la seconda i 20 giorni dopo l’avvicendamento Panarelli-Ginestra in panchina.

A incidere in negativo c’è una classifica che vede la Fidelis oggi penultima a 9 punti, +1 sul fanalino di coda Vibonese che ha però giocato una gara in meno. L’album dei rimpianti è ricco di tappe da cancellare.

Allestita in fretta in estate, corretta a stagione iniziata – vedi le voci Alcibiade/Zampano – la Fidelis sembra destinata a essere modificata ancora in corso d’opera. Lo ammette lo stesso Roselli.

Sul campo alla prossima curva c’è il Foggia, avversario mercoledì sera in Coppa Italia di Serie C allo Zaccheria, con vista sulla sfida di domenica in campionato contro il Palermo al Degli Ulivi. Sul tavolo c’è invece il casting del direttore sportivo: Mariano Fernandez e Pasquale Logiudice sono due dei nomi in corso di valutazione.

Al netto del profilo scelto, ci sono due certezze. La prima è che la Fidelis deve urgentemente riprendere a fare punti. La seconda è che…

Il servizio.