Porte aperte alle palestre, da questo lunedì 25 maggio torna il tanto atteso allenamento nei centri fitness. Le regole da seguire sono semplici e molto chiare per salvaguardare la salute di tutti: ingresso contingentato e con mascherina, igienizzazione delle mani, autocertificazione dove si dichiara di non avere sintomatologie riconducibili al Covid-19, cambio delle scarpe, e via con l’allenamento. Si arriva in palestra con indosso già gli indumenti ginnici, e ci si allena rispettando tutte le misure e le distanze. 10 persone per ogni turno d’orario (anche più persone in caso di più sale attrezzate), prenotazione tramite app, e sanificazione dei macchinari ogni qual volta si conclude l’utilizzo degli stessi. E’ la nuova frontiera dell’allenamento che punta a responsabilizzare in primis il cliente. Anche l’uscita è separata dall’ingresso. Queste le regole generali stabilite dai protocolli, poi ogni palestra personalizza come meglio crede alcuni passaggi.

Dunque fondamentale la collaborazione di tutti. Gli spogliatoi non saranno più disponibili per le docce. C’è chi ha scelto direttamente di non aprirli, e chi invece li utilizza solo ed esclusivamente per riporvi lo zaino, segnalando ogni postazione a debita distanza.

Il momento non è dei più semplici, le difficoltà economiche non mancano, ma questo nuovo inizio rappresenta una luce di speranza per tutti i titolari di palestre.

La clientela, in queste prime ore di riapertura, si dice soddisfatta per l’organizzazione dei titolari. La salute resta il fattore più importante.

Il servizio con le immagini dalle palestre “ASD AbsoluteGym” e “Eleven”, entrambe di Andria.