Festival Castel dei Mondi, questa sera la storia dei Talk Talk a Palazzo Ducale

Una esperienza di ascolto immersiva in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino

La storia di una delle più affascinanti meteore del mondo del rock: i Talk Talk, la band di culto degli anni ’80, che da scalare le vette della musica pop è scomparsa rapidamente dietro le scene.

A raccontarla sarà il musicteller Federico Sacchi, protagonista di “Talk Talk, Before the Silence”, lo spettacolo in programma, questa sera, nella settima giornata del Festival Internazionale Castel dei Mondi di Andria.

Una esperienza di ascolto immersiva, realizzata in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino, che debutta in prima nazionale in occasione della kermesse andriese. Un viaggio tra storytelling, musica, teatro e video, per ripercorrere la fulminea parabola inversa del gruppo, fondato da Mark Hollis, cantante scomparso nel febbraio di quest’anno.

Lanciati sul mercato come i potenziali nuovi Duran Duran, i Talk Talk trovarono il successo con il genere “new romantic”, in linea con altre band del periodo. Ma ben presto il loro genere deragliò verso la “new wave” sino ad elaborare un nuovo stile, il “post-rock”, di cui di fatto furono tra i precursori. Un salto di qualità che, se da un lato, affinò la loro tecnica sonora, dall’altro decretò la fine della loro popolarità e la rapida scomparsa dalle scene.

Una spettacolo, quello presentato da Federico Sacchi al Festival Castel dei Mondi, che è un omaggio, sotto forma di musica e racconto, ad una delle band che hanno deciso di fare un passo indietro rispetto al mondo dello show business pur di seguire la loro idea di arte. Appuntamento alle 21.30 a Palazzo Ducale.