Ultimo minuto fatale per la Florigel Futsal Andria che nonostante una prestazione di spessore cede il passo al “Palasport” ad un cinico e determinato Futsal Barletta. I biancoazzurri del neo-tecnico Bonadies conducono il match sino a 57 secondi dal termine, poi il team barlettano con la carta del quinto di movimento riesce ad imporsi con il punteggio di 5-4. Un finale amaro per De Feo e compagni che però dimostrano di aver intrapreso la strada giusta per uscire dal momento complicato.

Gara sempre sul filo dell’equilibrio: al 6’ Somma servito da Palermo trova il sette per il vantaggio andriese. La squadra di Bonadies è in palla, ma manca più volte il raddoppio. Nel finale di frazione il Barletta riordina le idee e ribalta il risultato: la bordata di Pires vale l’1-1, poi Capacchione su assist di Inaki firma il sorpasso. Si va al riposo con il Barletta avanti 1-2. Ricca di emozioni la ripresa:  al 5’ azione da manuale del roster biancoazzurro e tapin vincente di Ferrucci che realizza il 2-2. Caggia al 10’ mette a segno il nuovo sorpasso del Barletta, ma l’Andria reagisce in maniera rabbiosa. Ferrucci colpisce la traversa al 12’, Palermo un minuto più tardi sottoporta non sbaglia la palla del 3-3. L’equilibrio dura però solo due minuti: coast to coast di Tortora, appoggio a Somma e tapin vincente di Paparusso che firma il 4-3 e la sua prima rete in C1. Il Barletta nel finale gioca la carta del quinto di movimento e la mossa premia il team di Ferrazzano. A 57’ secondi dal termine Capacchione pareggia i conti e a 18 secondi dalla sirena Bruno Martinez firma il definitivo 4-5 che regala il derby alla compagine barlettana.

Una sconfitta difficile da digerire per la Florigel Andria che resta ferma a 7 punti in classifica e sabato affronterà la complicata trasferta di Monte Sant’Angelo.