Il Bari dimostra perché è primo, la Fidelis palesa i suoi limiti da penultima forza del campionato. La squadra di Michele Mignani passa per 3-0 al Degli Ulivi, in un derby quasi senza storia. Di Antenucci, autore di una doppietta, e Paponi le firme sul successo biancorosso.

LE FORMAZIONI
Fidelis Andria confermata per 10/11 rispetto alla vittoria di Pagani: in avanti c’è Di Piazza con Alberti. Fiducia a Casoli e Nunzella in fascia. Out Benvenga, Bordin e Zampano.
Nel Bari prima da titolare per Paponi, che affianca Antenucci. Rilancio tra i titolari per D’Errico, uno degli ex della partita. Mazzotta si fa preferire a Ricci a sinistra in difesa.
Prima del fischio d’inizio saluto affettuoso tra Ciro Ginestra e Michele Mignani, ex compagni di squadra nel Siena 2000/01.

IL PRIMO TEMPO
Avvio frizzante, con Di Piazza e Paponi pericolosi nelle aree avversarie: Celiento prima e Venturini poi evitano il peggio. Al 16′ primo vero squillo del match griffato D’Errico: tentativo dai 30 metri, pallone che termina la corsa a un metro dai pali di Dini. Due minuti ed ecco la prima sliding door della partita: Antenucci crossa da sinistra, Paponi anticipa Venturini e tocca sul fondo. Fontani vede un intervento falloso del difensore della Fidelis e indica il dischetto tra le proteste: dell’esecuzione si occupa Antenucci, glaciale. Pallone da una parte, Dini dall’altra.0-1 e quinta rete stagionale per Antenucci. Il vantaggio cambia il canovaccio della partita: Fidelis che alza il baricentro, Bari che trova spazi in ripartenza. Al 31′ su una di queste Botta pennella per Antenucci: colpo di testa, Dini vola a chiudere in corner. Reazione Fidelis al 36′: corner di Nunzella, Casoli fa irruzione a centro area ma il suo colpo di testa non trova la porta. Due minuti e il Bari raddoppia: Antenucci lavora a sinistra, sul suo cross Venturini svirgola e apparecchia involontariamente per Paponi, che nell’area piccola non si fa pregare e batte Dini. 0-2 e seconda rete stagionale per l’attaccante ex Padova. Al 46′ Bari vicino al tris nel primo dei due minuti di recupero: Botta scambia con Paponi e calcia dai 25 metri, il sinistro supera Dini e svernicia la traversa. Ultima emozione del primo tempo che si chiude sullo 0-2.

SECONDO TEMPO
Si riparte con Tulli per Alberti nella Fidelis Andria; Non cambia però il film della partita: Bari in controllo, che prova a cercare il bersaglio grosso con un tentativo di D’Errico e un colpo di testa di Paponi. Al 14′ fuori un fischiato Di Noia nella Fidelis: dentro Bolognese. La squadra di Ginestra prova a metterci grinta, senza però mai mettere paura a Frattali nei primi 25 minuti del secondo tempo. E’ il Bari a calare il tris: Botta fa il vuoto sulla trequarti e invita Antenucci alla conclusione: respinta pigra di Dini, pallone che torna sul sinistro del 7 che ribatte a rete. Sesta rete stagionale per Antenucci. Alla mezz’ora a campo aperto, il Bari rischia di dilagare: ancora Antenucci affonda e calcia con il sinistro, i guantoni di Dini rispondono presente. Finale di pura accademia: il Bari festeggia la vetta a +4 sul Palermo e la vittoria numero 10 in questo campionato, la Fidelis si lecca le ferite e incassa la quarta sconfitta in altrettanti derby stagionali giocati.