Fidelis, parla l’ex DS De Santis: «Le mie dimissioni sono segno di rispetto per una piazza a cui tengo»

L’intervento dopo alcune dichiarazioni non ufficiali pubblicate online

«Le mie dimissioni sono state un segno di rispetto per una piazza e per una società a cui tengo tantissimo e per cui non potrei mai avere parole di livore». Sono le parole di Vincenzo De Santis, ormai ex Direttore Sportivo della Fidelis Andria che ci tiene a precisare alcuni passaggi dopo la pubblicazione su di un giornale online di sue dichiarazioni mai rilasciate: «La Fidelis Andria è una società complessa ma seria. Ed è per questo che ho deciso di dimettermi proprio per evitare di compromettere rapporti sia personali che lavorativi a cui tengo davvero tanto. La società ha scelto poi di accettare le mie dimissioni anche per via del momento negativo della squadra e dell’interruzione, difatto, di quel progetto che si era prospettato all’inizio dell’anno sportivo. Un progetto che era già cambiato dopo poco dal mio insediamento in estate, ma un progetto che all’atto pratico non ha dato i frutti sperati. La scelta della società è stata quella di puntare su di un altro responsabile dell’area tecnica, come spesso avviene nel mondo del calcio. Ma questo non scalfisce minimamente stima e vicinanza alla piazza andriese ed alla società Fidelis Andria che ritengo, al più presto, debba tornare nelle categorie che le competono».