Fidelis-Casarano: al “Degli Ulivi” è subito derby di fascino e storia

Fidelis-Casarano: al “Degli Ulivi” è subito derby di fascino e storia

Per Favarin dubbio Montemurro nel suo 3-5-2. De Candia risponde con il 3-4-3. Fischio di inizio alle 16

Prima gara stagionale al “Degli Ulivi” per la Fidelis Andria di Giancarlo Favarin e primo derby d’annata contro una matricola tremenda come il Casarano. La squadra di De Candia, infatti, ha vinto tutto quello che poteva vincere nella passata stagione in Eccellenza e si è presentata ai nastri di partenza della Serie D con una rosa totalmente rivoluzionata e formata da uomini di grande valore. Ma i biancazzurri, davanti al proprio pubblico e dopo un inizio con il freno a mano tirato, vogliono subito far capire alle sfidanti che al “Degli Ulivi” (pur in grande difficoltà per via del manto erboso rovinato), c’è da sudare le proverbiali sette camicie. Favarin dovrà fare a meno solo del giovanissimo Nannola ancora alle prese con un problema alla caviglia mentre potrà contare sull’acciaccato Montemurro uscito malconcio dalla sfida di Santa Maria Capua Vetere. Se non dovesse farcela il centrocampista ex Altamura in campo di andrà dal primo minuto Bedin nel 3-5-2 del tecnico andriese che punterà probabilmente sulla continuità rispetto al pari con il Gladiator. Ed allora attacco con Cristaldi e Palazzo ed il tandem Banegas-Tedesco pronti agli inserimenti in corsa, e regia di centrocampo affidata alla freschezza di Catalano e Petruccelli. Solo scampoli di partita probabilmente per l’ultimo arrivo Dalla Bona alla ricerca della migliore forma fisica. Della Corte e Zingaro completeranno il corposo pacchetto di centrocampo. Per la difesa sicuri gli impieghi di Cipolletta e Kosnic da definire il terzo del pacchetto arretrato: tre uomini per una maglia con il classe 2001 Massa e gli esperti Di Filippo e Porcaro, pronti all’impiego. In porta Segantini.

Di contro ci sarà la squadra di De Candia che dopo il 4 a 0 rifilato al Brindisi domenica scorsa ha affrontato il recupero della prima giornata mercoledì scorso perdendo a Cerignola e dovrà necessariamente dosare al meglio le forze in campo. Solito modulo, 3-4-3, e tanti i protagonisti sicuramente riconfermati come Mattera nel cuore della difesa ma anche la fantasia di Tiscione al servizio del pacchetto offensivo dove potrebbe trovare posto dal primo minuto Foggia al posto di Olcese sempre titolare sino a questo momento. A Centrocampo cerca una maglia da titolare Morleo ma è pronto anche Rescio con Versienti, ex Nardò, già protagonista in questa prima fase di torneo. Fischio di inizio alle ore 16 a dirigere l’incontro ci sarà il Sig. Marco Russo della sezione di Torre Annunziata mentre assistenti saranno il Sig. Simone Conte della sezione di Napoli ed il Sig. Antonio Portella della sezione di Frattamaggiore.