Kromatica ovvero l’arte del colore nel cuore del centro storico di Andria

Una mostra internazionale d’arte con grandi artisti e circa 50 opere in esposizione sino al 28 maggio

La sensazione varcando il cancello dell’Officina di San Domenico, nel cuore del centro storico di Andria, è di entrare in un luogo trasformato in una galleria d’arte a cielo aperto. Stanze, corridoi e spazi esterni, tutti dedicati all’evento Kromatica 2019, una mostra d’arte contemporanea internazionale che per il secondo anno sta caratterizzando la città di Andria ed interamente organizzata grazie alla passione e professionalità dell’Istituto “Colasanto” guidato dal Dirigente Scolastico Cosimo Antonino Strazzeri che è anche il curatore di Kromatica.

Un viaggio tra i colori e tra le arti e l’utilizzo dei colori, un viaggio che attrae il visitatore in un paradigma fatto di forme geometriche, astrattismo e tecniche differenti, ma anche concretezza e passando tra estetica e scienza. 19 artisti con circa 50 opere provenienti da tutto il mondo con diverse opere realizzate proprio per questa occasione. In particolare l’artista di fama internazionale Ivanka Kubler ha realizzato due opere proprio all’interno dell’Officina San Domenico, due opere che hanno anche poi caratterizzato tutta la trama grafica di Kromatica 2019.

Ampio spazio anche ad una sezione specifica per le opere realizzate direttamente dagli studenti del “Colasanto” mentre particolare attenzione anche a due docenti dell’istituto, Ruggiero Lacerenza e Francesco Merra che hanno esposto alcune loro opere. Poi artisti di fama come Abdulla Mirza o Robert Mirol od anche Michela Pedron sino ad Hardi Otman Salih passando per le sculture colorate di Paolo Desario. Insomma un condensato di colori e stili che riporta al centro l’arte e la bellezza.

Accanto alla mostra anche diversi eventi collaterali come per esempio quello svoltosi nei giorni scorsi e che ha accostato Arte ed Ambiente o quello che si terrà il 27 maggio con la donna nell’arte. Sino al 28 maggio sarà possibile visitare gratuitamente la mostra, mostra interamente realizzata grazie all’impegno profuso da tutto l’istituto scolastico dai collaboratori scolastici, sino agli studenti ed ai docenti. Importante anche lo sforzo profuso per rimettere a nuovo l’Officina San Domenico una struttura che, purtroppo, è stata chiusa da oltre due mesi e necessitava già di ritinteggiatura, pulizia, allacci e quant’altro.

Il servizio con immagini ed interviste all’interno.