Un nuovo episodio di cronaca ha scosso la nottata, più del solito, del Pronto Soccorso dell’Ospedale “Bonomo” di Andria. Attorno alle 4,30, infatti, una donna in evidente stato di alterazione psico-fisica, ha distrutto i vetri che dividono la parte di contatto con il pubblico e gli infermieri del presidio sanitario, la cosiddetta “sala del triage”. In realtà però la notizia oltre che a lasciare nuovamente l’amaro in bocca per un episodio che mina la serenità e la tranquillità del personale, riporta al centro la grande difficoltà di operare in una struttura che spesso viene presa letteralmente d’assalto.

I danni saranno riparati al più presto ci dicono dalla ASL anche perchè proprio in questi giorni si era al lavoro nel Pronto Soccorso per ripristinare le scritte in polistirolo e diversi altri danni subiti da atti vandalici nel corso di un anno dalla conclusione dei lavori di ristrutturazione del presidio d’emergenza/urgenza di Andria.