Ciro Danucci allenatore, Gianni Califano direttore sportivo, entrambi già ufficiali, e… Nicola Loiodice “faro” della squadra? La Fidelis ci spera e ci crede. Potrebbe essere l’ormai ex trequartista del Team Altamura il primo annuncio ufficiale dell’Andria, in vista della stagione 2024-2025. I beninformati raccontano di un corteggiamento partito da diverse settimane e di un’intesa di massima sugli accordi economici già definita. Se son rose… fioriranno. E, a livello di sensazioni, difficilmente non accadrà. L’obiettivo del presidente Giuseppe Di Benedetto, per nulla nascosto, è quello di mettere a disposizione del neo allenatore Danucci il giocatore che più di tutti ha avuto un impatto di clamorosa rilevanza nell’ultimo girone H di Serie D, con quindici gol messi a segno e dodici assist confezionati. Numeri da capogiro, insomma. I prossimi giorni potrebbero essere quelli del “nero su bianco”. Per quanto riguarda l’assortimento offensivo biancazzurro, intanto, sono stati creati i presupposti anche per la firma del brasiliano Mateus Da Silva, che con diciassette reti, tutte realizzate con la maglia del Gravina, è stato il capocannoniere dell’ultimo girone H. Sempre per l’attacco, inoltre, piace e tanto Vincenzo Ferrara, capitano del Matera: in questo caso ci sarà da superare la forte concorrenza del Casarano. Molto probabilmente sembrano destinate a dividersi, invece, le strade tra la Fidelis e Giuseppe Scaringella, colui che ha guidato la squadra nella seconda parte dell’ultima stagione, sino al semifinale playoff. Pur avendo ancora un altro anno di contratto, difficilmente farà parte dello staff tecnico di Danucci, che comprenderà invece il vice Marco Perrone. Scaringella starebbe valutando altre proposte. Mercoledì prossimo, infine, presso la sala stampa dello stadio “Degli Ulivi”, è in programma la prima conferenza stampa della stagione: il presidente Giuseppe Di Benedetto e l’amministratore unico Pietro Lamorte illustreranno i progetti per il prossimo campionato di Serie D. Danucci e Califano, invece, verranno presentati dopo il 1 luglio. Chissà… forse con Nicola Loiodice.