Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del commissario cittadino di Fratelli d’Italia Andria, il dott. Sabino Napolitano.

«Mentre dal 2024 sindaco ed assessori hanno visto vertiginosamente aumentare le proprie indennità di servizio fino a oltre 8mila euro lordi, senza che ciò abbia rappresentato qualcosa di positivo in termini di efficacia nell’azione amministrativa nei confronti dei cittadini andriesi, abbiamo assistito ad un pessimo spettacolo nell’ultimo Consiglio Comunale. Due i dati incontrovertibili: sull’affidamento dei servizi cimiteriali alla Multiservice è stata sconfessata la linea dell’Amministrazione e all’interno della stessa maggioranza, e proprio del PD, la situazione è di profonda crisi personale e politica.

Basti pensare ai battibecchi in aula (e pare anche fuori dall’aula) tra il sindaco Bruno e il presidente del Consiglio Comunale Vurchio. Ma andiamo con ordine, innanzitutto va chiarito che la delibera di affidamento dei servizi cimiteriali alla Multiservice – da noi condivisa se questo vuol dire miglioramento dei servizi nei confronti dell’utenza – è stata completamente emendata dallo stesso Ufficio proponente, oltre che interamente emendata dallo stesso Consiglio Comunale che ha, evidentemente, ritenuto non condivisibile la proposta di project financing finalizzata alla realizzazione di nuove cappelle gentilizie e del Tempio Crematorio da parte di soggetti privati. Nei fatti una sonora bocciatura della linea politica dell’Amministrazione Bruno.

Altro argomento che ha creato scompiglio, e non ne capiamo davvero il motivo, è stata la presentazione di un ordine del giorno urgente volto a chiedere maggiore trasparenza e più rotazione nell’affidamento degli incarichi professionali. Un ordine del giorno che speriamo possa essere discusso ed approvato nel prossimo Consiglio Comunale. Il fatto che abbia visto tra i firmatari anche il presidente del Consiglio Comunale Vurchio e sia stato rigettato, nell’urgenza, dal sindaco Bruno denota una ulteriore chiara e netta spaccatura tra il Consiglio e la Giunta. Fratelli d’Italia ritiene assolutamente legittima tale mozione ed auspica che il confronto in aula sull’argomento possa essere il più possibile esaustivo affinché i cittadini comprendano anche quale sia l’impegno reale dell’Amministrazione su trasparenza e incarichi esterni».