Un viaggio alla scoperta delle bellezze del territorio, delle bontà enogastronomiche, delle eccellenze produttive e del fascino culturale nel solco della storia imperiale, quella di Federico II di Svevia e del suo amore per questa terra che gli fu sempre fedele. Ad Andria dal 21 al 23 maggio arriva Cesare Zucca, giornalista corrispondente di Italian Press New York, la stampa italiana della Big Apple che ha sedi negli Stati Uniti d’America e a Milano.

L’iniziativa promossa dal Comune di Andria, assessorato alle Radici, organizzata insieme alla Confcommercio, è stata pensata come una narrazione del territorio lunga tre giorni, che dalla visita ad aziende, passando per momenti conviviali e tour all’aria aperta possa restituire ai lettori d’oltreoceano, tramite l’esperienza che Cesare Zucca vivrà, uno spaccato dell’offerta turistico-culturale a disposizione di quanti vorranno visitare questo lembo di Puglia.

Il programma prevede l’arrivo ed il benvenuto a Cesare Zucca martedì 21 maggio con un pranzo e poi subito la visita presso un oleificio ed un’azienda vitivinicola, poi la cena in una masseria della Murgia, tra muretti a secco e ulivi. Il 22 maggio si riparte da un tarallificio, una visita guidata della città, un laboratorio sull’arte del Trenocelle, pausa pranzo e poi ancora nel pomeriggio l’approdo ad un’altra azienda olearia ed al Museo del confetto, prima della cena nel centro storico. La tre giorni si conclude il 23 maggio con una passeggiata a Castel del Monte ed alla Mediana della Murgia, la visita ad un caseificio andriese e presso un’azienda agricola a Montegrosso, nel tardo pomeriggio, prima del gran finale, dolce parentesi con il laboratorio del Pastrotto. Il saluto a Cesare Zucca sarà con uno show cooking in un ristorante, esclusivamente a base di prodotti tipici locali.

«Ospitando Cesare Zucca nella nostra città vogliamo conquistare un numero sempre maggiore di turisti dall’estero. Considerando il fatto che stiamo constatando come la nostra città sia quella a più grande attrazione turistica nel territorio della Bat e nella convinzione che gli amministratori debbano governare i processi, siamo costantemente in campo per incentivare questo trend e consacrare definitivamente il brand Andria nell’Olimpo delle mete da non perdere quando si arriva in Puglia», spiega l’assessore comunale alle Radici, Cesare Troia.

«Accompagneremo Cesare Zucca in questa scoperta affinché lui possa raccontare tutto il meglio che questa terra è capace di esprimere, da ogni punto di vista – aggiunge Claudio Sinisi, presidente Confcommercio Andria – dal calore della gente, sia quella che vive il centro storico sia quella che vive le zone rurali, alla creatività degli imprenditori che animano il tessuto produttivo locale, valorizzando con il loro sforzo quanto di bello e buono questo territorio già offre. Un grazie a loro per essersi messi subito a disposizione anche per questa iniziativa».