Chiedono di revocare le decisioni già prese e far svolgere regolarmente la fiera commerciale per la Festa dei Santi Patroni in Corso Cavour ed il luna park nella zona di via Martiri di Belfiore. Chiedono soprattutto una vera concertazione in alcune decisioni in cui nessuno è stato coinvolto. Sono le richieste delle minoranze a Palazzo di Città ad Andria che ieri pomeriggio hanno voluto, attraverso una conferenza stampa, ribadire con forza alcuni concetti emersi dopo la decisione dell’amministrazione comunale guidata da Giovanna Bruno di non far svolgere la fiera in Corso Cavour bensì divisa tra Largo Ceruti e Piazza Catuma oltre allo stop alle attività dei giostrai.

L’Amministrazione Bruno ha espresso la sua posizione spiegando le difficoltà di assicurare distanziamento e norme anti covid. Ma dalle opposizioni spiegano che, in sostanza, si è scelto di non decidere perchè ci sarebbe stato tutto il tempo di organizzare uno dei momenti più sentiti dalla comunità andriese in massima sicurezza come avvenuto in altre città.

Al termine della conferenza stampa i cinque capigruppo di centro destra, Barchetta, Grumo, Civita, Fracchiolla e Scamarcio, hanno scelto di incontrare una rappresentanza di ambulanti presenti a Palazzo di Città. Una categoria tra le più colpite dalla pandemia ma che sconta inevitabilmente la difficoltà di controllo dei flussi di gente. La richiesta, anche ieri pomeriggio ai rappresentanti di centro destra, è stata quella di poter lavorare soprattutto lavorare nel modo classico per non avere ulteriori ripercussioni economiche oltre quelle già subite in questi due anni.