In tempi di emergenza, come quella scattata per il Coronavirus, le parole d’ordine sono prudenza e attenzione: ma c’è un’altra parola che, di questi tempi, sta diventando più contagiosa della malattia: solidarietà. Sono sempre di più le attività commerciali che, nel momento più difficile, decidono di tendere una mano a chi è meno fortunato. È il caso dell’azienda “La Daria” di Andria, importante realtà del settore caseario, che ha voluto fare dono di uno dei suoi prodotti simbolo (oltre che un classico della tradizione gastronomica locale), come la burrata, alla casa di accoglienza “Santa Maria Goretti”, che offre pasti e assistenza alle persone bisognose. Il piccolo grande contributo dell’azienda andriese all’emergenza alimentare che si accompagna a quella sanitaria.

E se da una parte il virus sta riempiendo gli ospedali e i bollettini medici, dall’altra sta provocando seri danni all’economia di tante aziende.

Sono moltissime le attività costrette ad abbassare le saracinesche per via delle disposizioni anti-contagio, ma anche quelle considerate “essenziali” che continuano a tenerle alzate, lo fanno prestando la massima attenzione alle misure di sicurezza.

Il servizio.