Nuovo vertice, questa mattina, del Coc di Protezione Civile della città di Andria convocato e presieduto dal Commissario Straordinario. Insieme ai rappresentanti della Polizia Locale, del Settore Politiche Sociali, dell’Asl e delle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile accreditate, il Commissario Straordinario ha effettuato una verifica delle misure adottate e da adottare.

E’ stata avviata ufficialmente, di concerto con l’ufficio Servizi Sociali, la distribuzione a domicilio dei buoni spesa per l’emergenza alimentare agli aventi diritto. E’ stata poi esaminata, alla luce dei contagi riportati dalla cronaca nelle Rsa di Canosa, Minervino Murge e Bisceglie, la situazione della città di Andria ed è stato deciso di chiedere alla Asl di valutare l’opportunità di effettuare tamponi agli operatori delle RSA e delle case di riposo, al fine di garantire che, nell’assolvimento dei loro compiti, non si producano nuovi focolai vista l’utenza fragile che insiste in dette strutture.

In vista delle Festività Pasquali sono state preannunciate rigorose misure di controllo, non solo di concerto tra la Polizia Locale e le altre Forze dell’Ordine, ma anche con l’impiego dei volontari di Protezione Civile che concorreranno al presidio delle arterie stradali che portano fuori città, e che potranno segnalare alle forze di polizia eventuali assembramenti o tentativi di fuga dalla città per non consentite gite fuori porta. Verranno anche impiegati i droni a cura della Polizia Locale.

Si valuterà poi, di concerto con la Prefettura, l’eventuale chiusura nei giorni di Pasqua e Pasquetta di tutti gli esercizi commerciali. Il Coc ricorda altresì che è attivo il Numero Verde di Assistenza Domiciliare 900283233 e che prosegue l’attività di verifica telefonica, a campione, sul rispetto delle misure di isolamento fiduciario di coloro che hanno compilato, rientrando dal nord Italia, il modulo di autosegnalazione. Prossimo incontro venerdì 10 aprile.