Le statistiche sono davvero impietose e continuano a mostrare una realtà drammatica di cui è necessario parlare. Si tratta della violenza di genere, una violenza fisica e psicologica che spesso sfocia in atti estremi come i femminicidi. Donna, scena di un crimine: è stato questo, allora, il titolo scelto per riflettere su di un tema più che mai attuale ad Andria.

Un incontro arrivato a pochi giorni di distanza dalla giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ma un incontro che, all’interno delle sale prestigiose del Museo Diocesano di Andria, ha voluto avviare la sua riflessione partendo proprio da una vicenda di cronaca avvenuta ad Andria poco tempo fa.

L’evento, organizzato in collaborazione da diverse realtà associative andriesi tra cui il Rotary Club Castelli Svevi di Andria, la Fidapa, l’AMMI e l’associazione Fidelis Quadratum, ha visto la partecipazione diretta del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Andria con il primo dirigente Bonato, ma anche la Polizia Postale e diversi esperti della materia tra cui il criminologo Giuseppe Galante.

Il servizio completo su News24.City.