Fidelis Andria – Cerignola, non si gioca ma è derby di mercato

In serie D gara rinviata al 25 settembre in attesa della sentenza sugli ofantini

Non scenderanno in campo, ma saranno comunque protagoniste del fine settimana. Fidelis Andria e Audace Cerignola non scenderanno in campo domenica al Degli Ulivi, complice il rinvio delle sfide del club gialloblù concesso dalla Figc – la partita del secondo turno del girone H di serie D si giocherà a tal proposito il 25 settembre, in orario da definire – ma cercano di segnare intanto reti importanti sul fronte calciomercato. In casa Fidelis una delle priorità era il portiere: enigma che sembrerebbe risolto con il nome di Matteo Segantini, estremo difensore classe 2001 in arrivo dal Vicenza. Il calciatore potrebbe essere a disposizione di Giancarlo Favarin già all’alba della prossima settimana e completare il reparto con D’Andrea, in attesa di quantificare i tempi di recupero di Belladonna.

Le riflessioni tattiche successive al ko dell’esordio contro la Gelbison, con il possibile passaggio al 3-4-1-2, stanno modulando anche le scelte di mercato. A centrocampo, dove Bedin potrebbe salutare la truppa, si ragiona sull’arrivo di un playmaker d’esperienza. L’idea del ritorno di Marcello Quinto è una delle possibilità, ma non la prima. Si valutano profili over oggi in Serie C e attesi allo svincolo. A sinistra, per colmare il buco in fascia l’obiettivo è Gianmarco Antonacci, laterale classe 2001 del Monopoli, titolare nell’ultimo turno in Serie C. Sul giocatore c’è mezzo girone H, Cerignola compreso. Per sposare la Fidelis, dovrebbe risolvere il suo contratto e sarebbe impiegabile 30 giorni dopo l’ultima partita ufficale. In attacco, dove Ferri e Corado hanno esaurito il loro periodo di prova, si pensa al corazziere Emmanuele Tedesco, 21enne in uscita dal Bastia Umbra e a segno 13 volte nella scorsa stagione con il Picerno. In casa Cerignola, invece, c’è un’ufficialità: riguarda Younes Boufous, classe 1999, di origini marocchine. Cresciuto nelle giovanili del Mons, ha giocato anche con Valenciennes e Bruges.Trascorsi anche nella Primavera del Foggia per lui.

Mercato poliglotta, quello del ds Elio Di Toro, che ha praticamente definito l’arrivo del 26enne serbo Luka Sindjic, lo scorso anno nel massimo campionato nazionale con il Sindjelic Belgrad, per completare il centrocampo con Tommaso Coletti. Rinforzo chiesto da mister Potenza, che attende anche due attaccanti e due centrali senior. Il tutto con vista sull’esordio ufficiale in stagione, in programma tra l’11 in Coppa contro il Gravina e il 15 in campionato contro il Grumentum Val d’Agri. Prima, però, occorrerà attendere la pronuncia del Tar Lazio sul ripescaggio in Lega Pro, attesa per lunedì 9.