Il centro antiviolenza “RiscoprirSi” di Andria compie 10 anni

600 le richieste di aiuto arrivate all’associazione dalla sua apertura

L’augurio è che di candeline possano spegnerne ancora tante: per adesso sono arrivate a dieci, una per ogni anno trascorso a combattere ogni forma di abuso. E a dare sostegno alle vittime che hanno deciso di dire basta. Una avventura cominciata nel 2009, quella del centro antiviolenza “Riscoprirsi” di Andria, che ha festeggiato il suo decimo compleanno: lo ha fatto con gli amici di ieri e con quelli di oggi, i compagni di viaggio e con molte delle persone incontrate lungo la strada. E di strada il centro antiviolenza ne ha fatta davvero tanta.

(L’intervista a Patrizia Lomuscio – Presidente centro antiviolenza “RiscoprirSi”)

Sono più di seicento le richieste d’aiuto arrivate in questi primi dieci anni di “Riscoprirsi”, prevalentamente da parte di donne vittime della violenza di mariti, fidanzati o ex. Storie drammatiche che spesso, grazie all’aiuto fornito dal centro, hanno avuto un lieto fine.

((L’intervista a Patrizia Lomuscio – Presidente centro antiviolenza “RiscoprirSi”)