Nella tarda serata di ieri a Corato, la Polizia di Stato ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, del GIP dr. Francesco Messina del Tribunale di Trani, a carico di un 21enne del luogo, ritenuto responsabile di rapina aggravata. Il 23 febbraio scorso attorno alle ore 04,50, sulla strada provinciale 231 all’interno di una stazione di servizio sulla Andria-Corato, due individui, armati e con il volto travisato, perpetrarono una rapina a mano armata ai danni di un uomo.

In particolare, i predetti aggredirono la vittima, percuotendola con schiaffi, s’impossessarono delle chiavi dell’auto, e, prima di dileguarsi, uno dei due, che era armato di pistola, esplose un proiettile ad altezza uomo all’interno della stazione di servizio. Le attività che seguirono, consentirono di procedere all’arresto l’8 Novembre 2016, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Trani, di uno dei due rapinatori, Filippo Di Pinto, pregiudicato e sorvegliato speciale di P.S..

Grazie ad un’intensa attività tecnica e conseguenti riscontri il personale del locale Commissariato di P.S., è riuscito a ricostruire una piattaforma indiziaria, che ha consentito al GIP presso il Tribunale di Trani dott. Messina di emettere un provvedimento restrittivo a carico anche del secondo rapinatore, identificato per un 21enne incensurato, che è stato invece ristretto presso la sua abitazione.