Turismo, nella Bat 50mila presenze in più: Andria resta fanalino di coda

Turismo, nella Bat 50mila presenze in più: Andria resta fanalino di coda

Dai dati del 2018 in netta crescita Trani, seguono Barletta e Bisceglie

Sono state oltre 370mila le presenze nel 2018 sul territorio di Barletta Andria Trani secondo i dati dell’Osservatorio Turistico della Regione Puglia. Dato in netta crescita rispetto all’ultimo biennio quando nella BAT, nel 2016, le presenze furono di poco superiori alle 320mila. Un balzo di circa 50mila presenze corroborate da un incremento sia per gli italiani che per gli stranieri, anche questi ultimi in decisa crescita.

Ma entriamo nello specifico: 267mila persone sono giunte a Castel del Monte nel 2018, mentre circa 15 mila sono stati i turisti giunti a Trani in più rispetto al 2017, 12mila in più a Barletta. Le presenze comune per comune nella BAT vedono capofila in provincia proprio la città della Disfida con 96mila presenze. Cresce Trani con 94mila unità e stacca Bisceglie nettamente (quasi 82mila presenze) rispetto al 2017. Cresce anche Margherita di Savoia con circa sette mila unità in più dal 2017 per 44mila presenze registrate nel 2018, mentre sale ma resta piuttosto in fondo alla graduatoria la Città di Andria con “sole” 33mila presenze, quasi 34. Rispetto al 2017 c’è stato un incremento di 5mila unità. Numeri piuttosto stazionari ma da fanalino di coda della Bat, tutto sommato. Canosa di Puglia sale a 13mila.

Il Castel del Monte, come detto, porta sul territorio andriese almeno 267mila persone che staccano un biglietto per accedere ad uno dei patrimoni Unesco d’Italia. Poi di questi poco più del 10% giunge in città e sigla una presenza turistica quantificabile. Tendenzialmente, infatti, ogni persona che giunge a Castel del Monte, poi resta nella BAT o nelle vicinanze in territori comuni come Ruvo o Corato, ma non ad Andria.

Se si considera, invece, il numero di arrivi c’è un incremento rispetto al 2017, ma si parla di circa la metà rispetto al numero delle presenze. 163mila gli arrivi nel 2018 nella Bat con Trani che guida la classifica, così come nel 2017, con 48mila, ed a seguire Barletta con 42mila e Bisceglie con 35mila arrivi. Andria si ferma a poco più di 19mila rispetto alle 15mila del 2017. Dati analitici che spiegano quanto sul turismo sarebbe opportuno soffermarsi e costruire vere e proprie reti che permettano di canalizzare al meglio il sistema di accoglienza. Un sistema fatto di formazione ed economia, un sistema che non aspetta altro che poter incrementare questi dati. Basti considerare, a titolo esemplificativo, che una bella città come Carovigno ha collezionato da sola oltre 524mila presenze e 86mila arrivi senza giungere alle mete turistiche preferite come quelle marine. Potenzialità enormi che potrebbero esser un gran volano di crescita per un processo che va assolutamente guidato e coordinato.

N.B.

Definizione di arrivi turistici: il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari) nel periodo considerato.

Definizione di presenze turistiche: Il numero delle notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari).