9 contagi su 10 registrati in Puglia sono provocati dalla variante Omicron. È quanto emerge da uno studio effettuato, lo scorso 3 gennaio, dai laboratori della rete Covid della Regione, su richiesta dell’Istituto Superiore della Sanità.

Nel dettaglio, dati alla mano, su 74 campioni analizzati, ben 68 sono risultati positivi alla variante Omicron, mentre solo 6 erano riconducili ad un contagio da variante Delta. In percentuale, in questa nuova ondata della pandemia, quasi il 92% dei casi pugliesi di positività al virus è causato da Omicron e poco più dell’8% da Delta.

Intanto, sul fronte vaccini, si aggiornano i numeri delle prenotazioni dell’iniziativa “La Notte è Giovane”, lanciata dalla Regione per accelerare le vaccinazioni ai giovani di età compresa tra i 12 e i 19 anni. 34 hub pugliesi aperti, da stasera alla serata di domenica 16 gennaio, nell’insolita fascia oraria 20-24, per incrementare le somministrazioni ai ragazzi, anche alla luce della ripresa dell’anno scolastico dopo le festività natalizie.

Ridicendo il campo alla sola provincia Bat, sono 830 le vaccinazioni già prenotate dai ragazzi che hanno deciso di aderire all’iniziativa, in programma oggi a Trani e domani a Barletta e Margherita di Savoia. In particolare le prime dosi prenotate sono 115, mentre le terze sono 714.

La Puglia vuole così confermare il primato che la vede, al momento, in testa alla classifica delle regioni italiane per totale di vaccini ai bambini e ai giovani in età scolare, con dati anche di molto superiori alla media nazionale: il 35,9% per la fascia 5-11 anni (quasi 16 punti sopra la media italiana), mentre per quanto riguarda la popolazione pugliese over 12, circa il 52% ha già ricevuto la terza dose.