La stagione 2020/21 della Serie D parte con una defezione. O meglio, con una cancellazione. La Coppa Italia di Serie D non si giocherà: è questa la decisione a cui sono approdati i vertici della prima serie del calcio dilettantistico nazionale. Alla base di questa decisione, i ritardi causati dall’emergenza sanitaria nella partenza della stagione e l’attesa legata alla querelle giudiziaria riguardante Picerno-Bitonto, che avrebbe portato allo slittamento dello start della competizione, inizialmente fissato domenica 20 settembre con il primo turno preliminare. Una scelta che avrebbe portato a ridisegnare il calendario della Coppa, con un calendario già di per sè molto fitto e con diversi turni infrasettimanali. Condizioni che hanno spinto la Lega Nazionale Dilettanti a cancellare la competizione, non assegnata già lo scorso anno per la mancata disputa della gara di ritorno della semifinale che andava disputata dopo lo 0-3 della Folgore Caratese a Sanremo e con il Fasano già in finale. Addio coppa, con priorità al campionato, la cui partenza resta fissata a domenica 27 settembre. Attesa per i calendari, con il girone H che dovrebbe comprendere tutte le pugliesi ai nastri di partenza.