«A fronte dei due focolai nei reparti di pediatria e medicina dell’ospedale “Bonomo” di Andria, ho contattato il presidente Emiliano per chiedergli se fosse opportuno, come credo, sottoporre al test del tampone per il Coronavirus tutti gli operatori sanitari della struttura. Il presidente, d’accordo con me, ha accolto la richiesta ed ora attendiamo l’esito degli esami». Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo, rivolta ad Emiliano dopo i focolai riscontrati all’interno dell’Ospedale di Andria per Coronavirus.

«Nell’eventualità che venga riscontrato qualche positivo è necessario pensare già da subito agli step successivi, ovvero la sostituzione dei possibili dipendenti contagiati – spiega ancora Marmo – Le assunzioni dei medici sono bloccate perché bisogna verificare la documentazione. Sarebbe invece necessario procedere immediatamente alle assunzioni facendo sottoscrivere un’autocertificazione e rinviando a una fase successiva il controllo della documentazione. Ma, come criterio generale per risolvere la questione nell’immediato, ho suggerito al presidente di richiamare in servizio il personale, medico e infermieristico, che è andato in pensione negli ultimi due anni. Non possiamo attendere l’espletamento di lunghi iter burocratici e nel frattempo abbiamo bisogno di un servizio sanitario solido, che non abbia gravi carenze di personale in organico. Mi auguro che il presidente acceleri il più possibile: purtroppo, questo virus “vola” e il fattore “tempo” è fondamentale. So che si tratta di sforzi quotidiani rilevantissimi, ma dobbiamo compierli nella speranza di poter tornare presto alla vita normale».