Un giornalino su cui lasciare impressi pensieri, testimonianze e progetti: è il 35esimo anno del Calcit

L’associazione tra le più longeve della Città di Andria al lavoro per tante attività presenti e future

Un diario per raccontare gli ultimi intensi anni di attività di un’associazione impegnata nel sociale da ormai oltre 35 anni. Un diario che si è trasformato in un numero unico di un giornalino su cui lasciare impressi pensieri, testimonianze, progetti, idee e spunti di riflessione. Un luogo cartaceo per testimoniare che l’attività sociale in favore dei malati oncologici è qualcosa di pressante e quotidiano. E’ il giornalino realizzato dal CALCIT, il Comitato Autonomo Lotta Contro Il Tumore, un’associazione nata ad Andria 35 anni fa grazie alla splendida intuizione di alcuni docenti e di una classe dell’Istituto “Vittorio Emanuele III”. CALCIT che ha ripreso con ancor più vigoria la sua attività negli ultimi anni ed ha voluto testimoniarlo attraverso questa modalità già utilizzata negli anni passati ogni cinque anni.

CALCIT che non è solo presente ma anche tanto futuro. All’interno del giornalino presentato nell’auditorium dell’istituto “Vittorio Emanuele III” per continuare a rinsaldare il rapporto forte tra scuola ed associazione, diverse commoventi testimonianze, il racconto del progetto ContAmare, i profili di alcuni dei più importanti presidenti della storia dell’associazione ma anche il presente, l’adesione al FAVO e ad alcuni comitati consultivi di ASL ed istituti di cura. Le partnership ormai cresciute moltissimo, la nuova sede pronta a marzo prossimo, il tutto mantenendo ben salda la mission costitutiva e cioè il sostegno economico in favore dei malati di tumore più bisognosi.

Il servizio su News24.City.

Lascia un Commento