Informagiovani, Nespoli (FI) e Lorusso (Andria Nuova): «Cosa è stato fatto per il servizio?»

Informagiovani, Nespoli (FI) e Lorusso (Andria Nuova): «Cosa è stato fatto per il servizio?»

I due consiglieri chiedono al Sindaco quali iniziative per l’attuazione dell’OdG del 20 dicembre

Sono i consiglieri Gennaro Lorusso, della lista Andria Nuova ed Antonio Nespoli della lista di Forza Italia, a tornare a parlare del servizio Informagiovani della Città di Andria, un servizio, lo ricordiamo, fermo dal 1 gennaio 2019. Nel consiglio comunale del 20 dicembre scorso, tuttavia, vi fu un ordine del giorno che invitava l’Amministrazione Comunale a valutare l’opportunità di adottare tutti gli atti propedeutici tesi ad assicurare il prosieguo del servizio “Informagiovani e Ufficio Relazioni con il Pubblico”, utilizzando le risorse rinvenienti dalla riduzione delle indennità degli amministratori e gettoni di presenza dei consiglieri i cui emendamenti sono stati approvati dal Consiglio Comunale unitamente all’approvazione del Piano di Riequilibrio, valutando la possibilità e/o l’opportunità di valorizzare le risorse umane già impegnate nel corso degli anni per l’esperienza acquisita, previa eventuale integrazione al piano di riequilibrio.
I due consiglieri, allora, hanno presentato una interrogazione con risposta scritta diretta al Sindaco di Andria, Nicola Giorgino, in cui si chiede proprio quale sia lo stato dell’arte di quell’ordine del giorno: «vorremmo conoscere – scrivono nel documento Lorusso e Nespoli – quali iniziative siano state adottate per l’attuazione dell’Ordine del Giorno approvato dal Consiglio Comunale con verbale n. 58 del 20 dicembre 2018».