Fidelis Andria, continuità e programmazione per continuare a sorprendere

ll match-winner di Nardò Piperis: «Sentivo che avrei segnato il gol decisivo»

Coincidenza o doti da veggente? Di certo, i fatti hanno dato ragione alle sensazioni di Michele Piperis, mediano e match-winner che non ti aspetti nella Fidelis Andria corsara domenica scorsa a Nardò, terreno dal quale i biancoazzurri non portavano a casa i tre punti da 36 anni. Nella vittoria numero 8 della Fidelis in campionato, valsa il quinto posto alla pari con Team Altamura e Savoia, c’è la firma di questo mediano senza il vizio del gol, undicesimo marcatore stagionale in una squadra che è andata a segno 19 volte in altrettante partite di campionato. Piperis – tra i primi arrivi nel cantiere Fidelis in estate – ha saputo dare affidabilità e continuità, un marchio di fabbrica, apprezzato da mister Alessandro Potenza, che lo ha schierato già 17 volte. Una necessità dettata dall’assenza di Iannini, ma anche un merito acquisito con serietà e applicazione.

A una sorpresa come Piperis, corrisponde una conferma come Potenza: con un blitz, la società ha annunciato il prolungamento del contratto dell’allenatore biancazzurro, che siederà in panchina anche nella prossima stagione. Una scelta frutto del cammino della squadra, della sintonia tra Potenza e l’ambiente e della voglia di anticipare eventuali concorrenti, come spiegato a Telesveva dal presidente Aldo Roselli.

Continuità e programmazione: un binomio che per ora non tocca la casella del direttore sportivo, occupata da Fabio Moscelli (Non è una priorità ha spiegato Roselli) e che passa anche per i risultati sul campo. A partire dal Francavilla, atteso domenica al Degli Ulivi.

Il servizio video di News24City.