Mentre sono già in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine, resta sotto osservazione l’addetto alle pulizie 42enne, che questa mattina è stato investito dall’esplosione di un ordigno rudimentale all’interno dell’androne del Commissariato di P.S. di Andria. Una forte deflagrazione che ha distrutto diverse vetrine all’ingresso della struttura di via Rossini oltre ad una struttura divisoria in cartongesso.

Per l’addetto delle pulizie, invece, immediato il trasporto al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Bonomo” di Andria in codice rosso grazie all’intervento dell’equipe “Mike 8” della postazione del 118 di Andria 1. Per lui diverse ferite alle gambe con ustioni giudicate di 2° grado ed un ricovero necessario nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale “Dimiccoli” di Barletta per ulteriori accertamenti. Resta, infatti, il forte trauma subito all’udito ed in particolare ai timpani a causa dell’esplosione. Rimosse, invece, diverse schegge dagli arti inferiori con piccole ustioni anche alla mano sinistra.

L’uomo resterà, dunque, in osservazione anche se non è in pericolo di vita.