«Apprendiamo sgomenti la tragica notizia dell’assassinio di Vincenza. Nonostante la costante attività di sensibilizzazione, il senso di impotenza pervade tutti noi a poche ore dalla lettura, durante i lavori dell’ultimo Consiglio Comunale, dei nomi delle 105 donne vittime di femminicidio nel corso dell’anno. Mai avremmo potuto immaginare che il nome successivo avrebbe tragicamente colpito la nostra Comunità». Una nota delle forze politiche andriesi raggiunte dalla notizia della tragica scomparsa della donna 42enne durante il consiglio comunale in corso di svolgimento.

«In questo momento di straziante dolore il primo pensiero va ai due bimbi travolti da una violenza dirompente, tanto crudele quanto ingiustificata ed insopportabile. L’attenzione e la cura di tutti noi verso il rispetto della vita umana e della dimensione femminile dovrà assumere rilevanza ancor più centrale nell’azione politica e nel confronto e ascolto delle fragilità insorgenti nella Comunità. Solo l’educazione all’amore e al rispetto potrà assumere efficacia deterrente rispetto a forme di prevaricazione e di violenza che sfociano in gesti estremi e inaccettabili di negazione della vita».