«Movimento Pugliese promuove la petizione da indirizzare al Sindaco e al Consiglio Comunale per chiedere la realizzazione di una recinzione al Monumento ai Caduti della Città di Andria a tutela del decoro dei luoghi e del rispetto nei confronti degli Andriesi morti durante le due guerre mondiali e nelle altre guerre del secolo scorso». E’ quanto si legge in una nota a firma dei consiglieri comunali Nino Marmo, Marcello Fisfola e Luigi del Giudice.

«II Monumento ai Caduti della Città di Andria – si legge nel testo che sarà sottoposto ai cittadini per la sottoscrizione – rappresenta un luogo di fondamentale importanza per la storia cittadina, tra l’altro inserito in un’area verde per l’appunto denominata Parco IV Novembre.

La funzione civica, sociale e storica di questo Monumento è quella di ricordare l’estremo sacrificio di 800 andriesi caduti durante i due conflitti mondiali.

Da troppo tempo, il Monumento ai Caduti della Città di Andria è vandalizzato ed è diventato ricettacolo di rifiuti ed escrementi. L’inciviltà che regna in questo luogo rappresenta una vera e propria offesa alla memoria di quanti hanno sacrificato la propria esistenza per la Patria e per la libertà delle future generazioni».

 

La proposta

Una recinzione installata a ridosso dell’edificio restituirebbe il giusto decoro e il rispetto per i nostri concittadini caduti durante le due guerre mondiali nella garanzia, al contempo, della massima fruibilità del parco verde adiacente.

Si chiede, pertanto, l’intervento dell’Amministrazione Comunale per ridare dignità e rispettabilità al monumento cittadino che ricorda il sacrificio degli 800 caduti andriesi nel corso delle guerre del secolo scorso, memoria oltraggiata da vandali e da quanti insudiciano e deturpano un luogo che è da ritenersi sacro.

La raccolta firme è organizzata per la giornata di domenica 26 novembre, dalle ore 9.30 alle ore 13.30, nello spazio antistante la Scuola “N. Vaccina” di fronte al Parco IV Novembre.