Seconda vittoria della gestione Ginestra, terza del campionato 2021/22. E lenta abitudine al clean sheet, con un solo gol subìto nelle ultime tre partite. La Fidelis Andria riparte dalla vittoria sulla Paganese: il centro dell’ex, Gaeta, ha garantito i tre punti sul campo di una squadra che alla vigilia della partita del “Torre” aveva fatto meglio di tutti in casa nel girone C.

Sette sono i punti nelle sei gare della gestione Ginestra, per una media di 1.16 punti/partita. Curiosa anche la statistica che lega l’allenatore da avversario alle sue corregionali: pareggio contro l’Avellino, vittorie contro Turris e appunto Paganese.

La vittoria del “Torre” è arrivata al termine di una settimana caratterizzata dalla contestazione della piazza e dall’arrivo in organigramma del direttore sportivo Pasquale Logiudice. La speranza è di fare qualche punto anche contro le corregionali. All’orizzonte c’è il Bari, derby che tornerà a giocarsi in partite ufficiali ad Andria a 27 anni dall’ultima volta. In stagione la Fidelis ha già superato il Bari: 21 agosto, 1-0 al San Nicola in Coppa Italia. Domenica si torna da avversari, a 3 mesi esatti da quella sfida e con tanti interpreti nuovi.