Una quarantina di ristoratori foggiani sta protestando da questa mattina davanti ai cancelli della Camera di Commercio di Foggia contro la clausura relativa alla richiesta del Durc – Documento Unico di Regolarità Contributiva – presente nel bando ristori della Regione Puglia dello scorso 16 febbraio. Il bando è destinato alle imprese che sono state costrette alla chiusura nella settimana dall’8 al 14 dicembre 2020 a causa dell’estensione della zona arancione a 20 Comuni delle province di Foggia, Barletta-Andria-Trani e di Bar.

«Chiediamo di poter incontrare il vicepresidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese – dichiara all’Ansa Rino Buonpensiero, ristoratore Foggiano -. In provincia di Foggia su 280 domande presentate per accedere ai ristori, sono state ammesse al bando solo 4 o 5. Chiediamo che la Regione Puglia riveda il bando ed elimini la clausola del Durc», conclude.