Una situazione di disagio che ormai va avanti da tempo: una scala senza una rampa per disabili, le difficoltà di una famiglia ed una madre che per far uscire suo figlio ha sempre bisogno di auto per sollevare la carrozzina. Siamo in via Barletta, in un edificio di proprietà dell’Arca Puglia. A denunciare il disagio, una donna con il figlio disabile sin dalla nascita, ormai 18enne, stanca di una barriera architettonica a cui nessuno ha mai posto rimedio.

Tanti i solleciti, nessuna risposta. Eppure, spiegano le donne che hanno scelto di non farsi riprendere dalle nostre telecamere, circa 4 anni fa un geometra incaricato dall’Arca si recò in via Barletta per i rilievi e le misurazioni della scala d’ingresso per la realizzazione di una rampa. Una visita a cui non vi fu seguito.

Non solo la barriera architettonica, ma anche problemi strutturali che riguardano l’intero palazzo. Mattonelle che si staccano dalle pareti, un terrazzo in condizioni precarie con la pavimentazione ormai sconnessa, ringhiere arrugginite il cui fissaggio al pavimento inizia a sbriciolarsi. Questo e tanti altri disagi, tra problemi a caldaie, garage, ed infiltrazioni d’acqua.

Il servizio completo con interviste su News24.City.