Riprendono le attività in presenza del Forum di Formazione all’Impegno Sociale e Politico di Andria, dopo la sospensione a causa della crisi sanitaria. Il percorso “La città che verrà: tra resilienza e rigenerazione” finalizzato alle elezioni comunali del 20-21 settembre 2020, fermatosi nei primi giorni di marzo, durante il lockdown aveva continuato a riflettere sui temi della città e della pandemia attraverso momenti di incontro virtuali.

Nell’ultimo periodo però, il Forum ha visto la ripresa delle attività in presenza, per tornare a dibattere nuovamente sui temi dell’attualità politica. Nell’ultimo incontro dal titolo “La città che attrae: economia, turismo e cultura” ad intervenire è stato Alessandro Buongiorno, docente di Economia, Progettazione e Politiche del Turismo presso l’Università degli Studi di Bari ed esperto di Destination Management.

In piena campagna elettorale, stiamo sentendo da tutti i candidati sindaco l’impegno al rilancio del settore turistico della nostra città, fanalino di coda per arrivi e presenze medie, se si tiene fuori il caso “Castel del Monte” – afferma Vincenzo Larosa (coordinamento Forum di Formazione all’Impegno Sociale e Politico). Ora l’invito ai candidati sindaco della nostra città è – aggiunge Larosa, economista e ricercatore nel settore dell’economia del turismo – quello di non esagerare con gli slogan elettorali quando si parla di turismo, promettendo soluzioni a prezzo di mercato. Bisogna impegnarsi seriamente per sanare la carente progettualità turistica nel nostro territorio, a rivalutare la necessità di pianificare e programmare un settore che, collegato a quello della terra, dell’agricoltura, della buona cucina, del patrimonio storico, artistico e culturale della città, può diventare un fiore all’occhiello per il rilancio economico e lo sviluppo territoriale della nostra Andria. Fare turismo oggi, in un territorio dalle grandi potenzialità, non significa solo affidarsi ai privati, che in un Comune con forti difficoltà economiche sembra l’unica strada da percorrere. Bisogna invece rilanciare gli investimenti, pubblici e privati, mettendo in campo risorse, ristrutturazione, valorizzazione, potenziamento delle infrastrutture sviluppando modalità di accesso, il sostegno dei poli culturali esistenti, il risalto delle specialità identitarie locali (volano per la ripartenza del turismo) incoraggiando la promozione e l’artigianato, soprattutto se finalizzati ai percorsi del gusto, dei saperi e della tradizione.

Il dott. Buongiorno, nel corso dell’intervento, dopo aver presentato alcuni recenti ricerche sul turismo in Puglia, e nella nostra città, ed evidenziato i punti di forza e di debolezza del sistema turistico locale, ha sollecitato la necessità di focalizzare l’attenzione su tre passaggi per la progettazione turistica: la comprensione della motivazione turistica (il turista che si sposta e perché?); l’organizzazione turistica del territorio (punto focale della pianificazione del settore) e la reputazione della destinazione. Infine, il relatore ha evidenziato la necessità di riorganizzare la governance del turismo attraverso i tavoli istituzionali per monitorare tutte le fasi del processo di ripartenza e di rilancio del turismo, per condividerne con le imprese le strategie e la messa in pratica delle azioni necessarie, al fine dell’aumento della competitività e della specializzazione del sistema turistico nazionale.

Alla fine dell’incontro, il coordinamento del Forum ha sottolineato la volontà di sollecitare i cinque candidati alla carica di sindaco e la miriade di candidati consiglieri, allo studio e alla formazione, su un tema caldo, quale quello del turismo: rilanciare il turismo – ha concluso Marco Leonetti (coordinamento Forum) – non significa avere visioni di breve periodo finalizzate all’organizzazione dell’evento di paese, ma acquisire le competenze necessarie per creare percorsi da grande città e annoverare Andria tra le “città turistiche” della Puglia.

L’impegno del Forum a tenere alta l’attenzione sui temi dell’attualità politica, proseguirà nelle prossime settimane, durante le quali si terranno gli altri incontri del percorso formativo annuale in vista delle elezioni comunali.