«La squadra prevale sul singolo: al bando ogni tentazione di individualismo, no a pericolose e controproducenti fughe in avanti». L’avv. Antonio Scamarcio, candidato Sindaco del Centrodestra ad Andria, ha concentrato in questi semplici concetti lo spirito che deve animare ogni singola componente della coalizione e ogni singolo candidato nell’impegno in campagna elettorale.
Ieri sera, al primo incontro congiunto convocato da Scamarcio, c’erano i massimi esponenti locali di tutte le forze politiche che ne sostengono la candidatura allo scranno più alto a Palazzo di Città: Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e le “civiche” Scamarcio Sindaco, Catuma 2020 e Andria Più.
Il “tavolo” ha convenuto sulla necessità di una intensa azione sinergica all’interno della compagine basata sulla chiarezza di intenti: «E’ necessario remare tutti nella stessa direzione – ha esortato l’avv. Scamarcio – e dare il massimo per l’affermazione di un centrodestra che, a mio parere, è ancora maggioranza in questa città e lo sarà ancora il 21 settembre e che si ripresenta agli elettori con un maquillage che non è solo di facciata, ma sostanziale, perché riguarda tanto gli uomini e le donne che hanno deciso di metterci la faccia quanto l’approccio ai grandi e piccoli temi in attesa di soluzione».
“Andria Multiservizi”, strade interne all’abitato, sicurezza e legalità, tributi, traffico e viabilità, edilizia, Mercato settimanale e commercio in genere, innovazione le prime macroquestioni sulle quali si è avviato il confronto, che continuerà a ritmo serrato nei prossimi giorni con l’impegno di entrare nel merito e approfondire la riflessione destinata a diventare programma da sottoporre ai cittadini.
A partire da lunedì, infine, via agli incontri del candidato Sindaco Scamarcio con i singoli partiti e le relative liste di sostegno: apre Forza Italia, a seguire le altre forze, secondo un calendario che sarà definito nelle prossime ore.