«Apprendiamo dell’emendamento approvato sulla proroga del periodo, dal 31.12.2019 al 31.12.2020, per la maturazione dei requisiti previsti dalla Legge Madia, inerente la stabilizzazione del personale sanitario oltre alla previsione del premio, a favore degli stessi in quanto impiegati sul versante Covid-19»; a tal fine la segretaria provinciale ed il coordinatore sanità della Fp Cgil Bat, Rosa Matera e Luigi Marzano accolgono con favore quanto è stato recuperato in fase di riconversione del D.L. Rilancio che invece, in precedenza, in fase di pubblicazione era stato dimenticato ovvero omesso.

«Non possiamo che essere soddisfatti, a nome di tutti i precari della sanità per questo ulteriore risultato, rappresentato con entusiasmo da legittime soddisfazioni manifestate dai deputati pentastellati e del PD del territorio, in particolare, rispetto alla presentazione ed approvazione dell’emendamento che appunto, corregge una mancanza precedente del governo. Parimenti, saremmo ancora più soddisfatti qualora la direzione strategica della Asl Bat, così come sta già provvedendo per i diversi ruoli e profili, completi le procedure di stabilizzazione del personale dirigente e non, a partire da tutti coloro i quali, infermieri compresi, hanno già maturato il requisito previsto dei 36 mesi di servizio negli ultimi otto anni nel S.S.N. al 31.12.2019», concludono dalla Fp Cgil Bat.