La preoccupazione di Giancarlo Favarin è la stessa di tutti gli italiani. L’auspicio per l’allenatore della Fidelis, nonostante le difficoltà di questi giorni, è quello di poter tornare al calcio giocato. Per il momento non è possibile. Tutti devono restare a casa. Anche i suoi calciatori, che si allenano individualmente seguendo le direttive del preparatore atletico dei biancazzurri, Claudio Capacchione.

Il tecnico dell’Andria ha voglia di calcio. Vuole che questo campionato arrivi in qualche maniera al traguardo.
Otto le partite che restano da giocare nel girone H. Se il campionato di serie D dovesse riprendere regolarmente, la Fidelis avrebbe tutte le carte in regola per centrare la salvezza diretta, al momento distante due lunghezze.

Il servizio video di News24.City.