Scontro sulla ex SP 231: l’aquaplaning alla base dell’incidente

Scontro sulla ex SP 231: l’aquaplaning alla base dell’incidente

È accaduto poco dopo le 14. Sfiorata la tragedia. Illesi i conducenti

Incidente stradale sulla S.P. 231 al km 45+300. Sfiorata la tragedia. Scontro tra un’autovettura Mercedes C220 e un furgone Iveco Turbo Daily causato dall’aquaplaning. Rilievi eseguiti dagli agenti del Nucleo di Pronto Intervento e Infortunistica Stradale del Comando di Polizia Locale di Andria. Sul posto anche il personale dell’azienda Sicurezza & Ambiente per la pulizia della strada dai detriti provocati dal sinistro.
Erano le ore 14.10 circa e pioveva a dirotto quando un uomo coratino alla guida della sua Mercedes, procedendo sulla strada provinciale, proveniente da Foggia e diretto verso Bari, finiva col veicolo sulla grossa pozzanghera di acqua piovana presente sull’intera carreggiata. Il veicolo sbandava vistosamente e, in testa coda, invadeva l’opposto senso di marcia, urtava violentemente contro il guard-rail con la parte anteriore e girandosi ancora su sé, veniva impattato dal furgone che sopraggiungeva da Bari in direzione Foggia. Il conducente di questo ha comunque posto in essere una manovra elusiva e d’emergenza evitando che lo scontro potesse avere conseguenze tragiche.
Illesi i due conducenti coinvolti. Auto distrutta e da rottamare e ingenti danni al furgone. Divelto il guard-rail che però ha resistito bene all’impatto dell’auto evitando che questa precipitasse nella scarpata sottostante.
Strada provinciale in condizioni disastrose che, unite alla solita imprudenza degli utenti, formano una miscela pericolosissima per la sicurezza della circolazione stradale su questa importante arteria che lambisce il centro abitato di Andria.

Lascia un Commento