Fidelis Andria, Porcaro blinda la difesa: «Contro l’Agropoli come una finale»

Il difensore biancoazzurro parla in vista dell’atteso match di domenica

Davide Porcaro non ha dubbi: la difesa della Fidelis Andria sta finalmente diventando quel blocco solido che Giancarlo Favarin immaginava a inizio campionato. Le due partite di fila senza incassare gol tra Francavilla e Brindisi hanno permesso ai biancoazzurri di bissare quello che fino a domenica scorsa era un unicum: il bis di gare consecutive senza centri al passivo in campionato, sin qui verificatosi solo a settembre contro Casarano e Audace Cerignola. Anche allora la Fidelis conquistò 4 punti, frutto di un 1-0 e uno 0-0. Porcaro non c’era a causa di un infortunio, mentre più di un girone dopo il centrale campano è tra le certezze di un reparto che al Fanuzzi, pur privo di Lanzolla e D’Orsi ha rischiato poco o nulla dalle parti di Tarolli. All’orizzonte c’è l’Agropoli ultimo, avversario nella prima di 11 finali che separano dal termine della regular season.

Cresce Porcaro, cresce la difesa. Schierato quattro volte da titolare nei primi 11 turni, da metà novembre ad oggi il numero 5 è sceso in campo da titolare 11 volte in 12 occasioni, marcando visita solo per squalifica a Cerignola. Al netto degli interpreti, nella corsa salvezza della Fidelis – oggi a quota 23 punti e distante cinque lunghezze dalla permanenza diretta in serie D – conteranno le motivazioni.

In vista della sfida al fanalino di coda Agropoli, intanto, Favarin studia le mosse per sostituire lo squalificato Gaetano Iannini: in ballo per due posti Petruccelli, Langone – al rientro dopo la squalifica – e Sambou. Da valutare le condizioni di Lanzolla e Sevcik, sulla via del recupero. In caso di forfait del primo, in difesa accanto a Porcaro e al rientrante D’Orsi ci sarà uno tra Forte e Klepo.

Il servizio video di News24.City.

Lascia un Commento