Assalto armato ad un furgone portavalori, scene da far west sulla A14

Bottino non ancora quantificato. All’interno gioielli, orologi e forse armi

Una rapina ad un furgone portavalori è stata compiuta da malviventi questo pomeriggio poco dopo le 15,30 sulla A14 e precisamente al km 609 e cioè nel tratto Cerignola Est – Canosa. Poche e frammentarie le prime notizie giunte che parlano di un vero e proprio blocco ordito dalla banda per costringere a fermare il portavalori prima dell’assalto vero e proprio.

Non ci sono feriti. All’interno del portavalori c’erano orologi e gioielli oltre ad alcune armi. Il commando avrebbe bloccato il mezzo blindato sparando colpi di arma da fuoco ed utilizzando bande chiodate e catene con le quali hanno bloccato proprio il mezzo della Securpol. Almeno quattro le persone armate con pistola ed almeno due fucili avrebbero avvicinato il furgone costringendolo a fermarsi. Avrebbero creato un varco nel blindato con la fiamma ossidrica per prendere i gioielli e non è chiaro se siano anche state prese le armi. Per rallentare l’intervento delle forze dell’ordine i banditi avrebbero anche disseminato di chiodi l’autostrada in direzione sud oltre a due mezzi lasciati in mezzo alla strada. Sembrerebbe siano fuggiti poi a piedi.

Autostrada completamente chiusa in entrambe le direzione nel tratto tra Canosa e Cerignola. Obbligo di uscita proprio al casello di Canosa mentre nel tratto tra Canosa ed Andria, in direzione Foggia, circa 2 i chilometri di coda già formatisi proprio per l’accesso al casello. Sul posto presente la Polizia Stradale, personale di Autostrade per l’Italia, ambulanza ma anche i volontari della Misericordia di Montegrosso in assistenza ai viaggiatori e alla viabilità.