Rapina a mano armata tra Cerignola e Canosa: vittime tre ambulanti andriesi

Fermati da quatto malviventi sulla ex statale 98 e lasciati a piedi

Stavano rientrando a casa, al termine di una giornata di lavoro, quando sono stati bloccati lungo la strada da un gruppo di banditi, che li hanno rapinati del furgone (carico di merce) e di alcuni effetti personali.
Decisamente una brutta avventura quella vissuta, ieri pomeriggio, da tre venditori ambulanti andriesi, di ritorno dal mercato di Cerignola.

L’assalto è avvenuto poco dopo le 14, sulla ex statale 98, nel tratto di strada che collega la città ofantina a Canosa di Puglia. Ad entrare in azione, quattro persone armate di pistole e fucili a pompa e con il volti coperti da passamontagna. A bordo di una Lancia Y, i malviventi hanno costretto le vittime a fermarsi e a scendere dal furgone sul quale viaggiavano, un Iveco Daily. A quel punto, sempre con le armi in pugno hanno obbligato i tre lavoratori andriesi a consegnare i loro effetti personali. Non contenti, i rapinatori si sono poi impossessati anche del mezzo (carico di capi di abbigliamento femminili), per poi allontanarsi senza lasciare traccia.

Le vittime, rimaste a piedi e senza telefoni cellulari, hanno chiesto aiuto al titolare di un’attività commerciale trovata lungo la strada e da qui hanno allertato la Polizia, per poi formalizzare la denuncia.
Le indagini sull’accaduto sono affidate agli agenti del Commissariato di Cerignola.