Libri di testo, Coratella: «Quello che ci raccontano è l’ennesima presa in giro»

Libri di testo, Coratella: «Quello che ci raccontano è l’ennesima presa in giro»

L’intervento del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle

«Sul caos dei libri di testo ad Andria, quello che ci stanno raccontando in questi giorni è l’ennesima presa in giro! Dal Comune fanno sapere che la responsabilità della mancata distribuzione dei libri di testo è esclusivamente dei dirigenti! Non è così! Mentono ancora una volta!!!». Interviene così, in una nota sui social, Michele Coratella, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle.

«La legge 297/94 sulla “Fornitura gratuita libri di testo” dice che “agli alunni delle scuole elementari, statali o abilitate a rilasciare titoli di studio aventi valore legale, i libri di testo, compresi quelli per i ciechi, sono forniti gratuitamente dai comuni, secondo modalità stabilite dalla legge regionale, ferme restando le competenze di cui agli articoli 151 e 154, comma 1”. Le proposte che girano nei gruppi dei genitori delle scuole sono quelle di acquistare i libri a spese delle famiglie, per essere poi rimborsati dai cartolibrai quando riceveranno i soldi dal Comune. Quando? Boh!!! La verità da dire ai genitori? Non ci stanno capendo nulla! Non sanno quando e come pagheranno la fornitura. I genitori ricevono versioni diverse ad ogni domanda.

L’unica verità certa – conclude – è che hanno distrutto il nostro comune, hanno lasciato nell’abbandono genitori, cartolibrai e dirigenti scolastici ma soprattutto i bambini!!! Solo per aver creato questo disagio, questo danno irreversibile ai nostri bambini dovrebbero dimettersi e andare a casa! Abbiate un minimo di dignità!».