Comune di Andria, la maggioranza: «Marmo torni nei ranghi, procedure vanno eseguite»

Comune di Andria, la maggioranza: «Marmo torni nei ranghi, procedure vanno eseguite»

La nota dei gruppi a sostegno del sindaco Giorgino: «Inutile aizzare gli animi»

Continua la bagarre politica inerente alla situazione disastrosa in cui versa il Comune di Andria. Questa volta ad intervenire sono i gruppi di maggioranza che sostengono il sindaco Giorgino e bacchettano Marmo.

«Non comprendiamo il motivo per cui il consigliere Marmo ha voluto esacerbare gli animi in un momento dove lui stesso ha più volte dichiarato che occorrerebbero, invece, equilibrio, lavoro e silenzio. La vicenda relativa alla risoluzione di diritto – che non è una revoca né benché meno una forma di licenziamento punitivo – dell’incarico dirigenziale all’ing. Felice Piscitelli, responsabile del settore Urbanistica, e della dott.ssa Cinzia Fornelli, responsabile del Settore Finanziario, va semplicemente fatta rientrare nelle questioni meramente amministrative e normative relativamente all’accesso al fondo di rotazione ed al piano di rientro votato dal Consiglio Comunale, Marmo compreso. Tali risoluzioni contrattuali hanno, purtroppo, interessato gli unici due dirigenti del Comune con contratti a tempo determinato in quanto un ente che chiede la procedura di riequilibrio non può annoverare in organico dirigenti a tempo. Riteniamo di dover ringraziare per il lavoro svolto in primis l’ing. Piscitelli, molto stimato ed apprezzato anche dagli addetti ai lavori, che tornerà nella città dove ha un incarico a tempo pieno ed indeterminato. Per la dott.ssa Cinzia Fornelli, che rimane una valente funzionaria del Comune di Andria a tempo pieno, l’invito a proseguire nel lavoro avviato con la procedura di riequilibrio che lei stessa ha portato avanti con solerzia ed attenzione. Siamo certi che la dott.ssa Fornelli si adopererà, con entusiasmo e passione, perché il Comune riesca al meglio a costruire un piano di rientro negli interessi esclusivi dei cittadini oltre che della stessa Amministrazione Comunale di cui la Fornelli è una dipendente. Oggi non abbiamo bisogno di beghe politiche ma di armonia e concordia che taluni, invece, non vogliono proprio praticare. Agli amici di Forza Italia l’invito, definitivo, a farla finita con la ricerca di notizie sensazionalistiche nel mentre si sta avviando un percorso importante di riequilibrio dei conti del Comune. Tutti vogliono garantire i servizi presenti da anni nella nostra città, nessuno però si ostini ad aizzare gli animi in ogni occasione. Sarebbe da politici spregiudicati voler buttare tutto a mare per interessi personali».