Il Ministro Toninelli sul luogo del disastro ferroviario: «Sicurezza è priorità assoluta»

Appello ai presidenti di Regione: «Non rinnovate concessioni ad aziende non sicure»

Dopo la cerimonia di benedizione di una targa in ricordo delle 23 vittime della tragedia ferroviaria del 12 luglio 2016, tenutasi in mattinata in piazza Aldo Moro a Bari, nel pomeriggio attorno alle ore 17.00 il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti della Repubblica italiana Danilo Toninelli si è recato proprio sul luogo del disastro dove precisamente due anni fa si è vissuta una delle pagine di cronaca nera più dolorose della storia del nostro territorio.

Toninelli, su quel tratto maledetto del binario unico che collega Andria e Corato, ha incontrato i sindaci Giorgino e Mazzilli e il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, oltre naturalmente ad una rappresentanza dei familiari delle vittime.

«Dei miglioramenti a questa tratta ferroviaria sono stati apportati anche se non sono ancora sufficienti – afferma Toninelli – sono qui a rappresentare un Governo che è qui per dire che faremo di tutto, con sincerità umana, per evitare tragedie di questo tipo. Erano persone normali come noi che stavano andando a scuola, a lavoro, dai propri familiari e non è accettabile che sia accaduto un fatto del genere. La sicurezza è priorità assoluta – conclude Toninelli – e deve esserlo di tutti partendo dalla Regione che non deve fornire concessioni ad aziende che non permettono un trasporto sicuro e trasferirli a Ferrovie dello Stato. Queste aziende devono essere subito sanzionate e certamente non devono avere rinnovi».