“Sportello giudiziario di prossimità”: inaugurazione anche ad Andria

“Sportello giudiziario di prossimità”: inaugurazione anche ad Andria

Iniziativa finanziata dalla Cassa Forense. Appuntamento il 14 giugno a Palazzo di Città

Ad Andria i cittadini avranno l’opportunità di usufruire di un servizio di orientamento e di consulenza grazie allo “Sportello giudiziario di prossimità”, la cui apertura è prevista presso la sede dell’Ufficio del Giudice di Pace, e che renderà gli adempimenti giudiziari più comodi e l’azione della magistratura più rapida. L’iniziativa è finanziata dalla Cassa Forense ed è tesa a favorire lo sviluppo economico dell’Avvocatura.

L’ avvocato Savina Vitti, Presidente del Comitato delle pari opportunità dell’Ordine forense di Trani, ha realizzato con il suo team tale progetto in tutti i Comuni dove mancano le sezioni distaccate del Tribunale, e i risultati sono notevoli, poiché con costi moderati, si tenterà di risolvere problemi in materia civile e commerciale affidando il caso ad un terzo soggetto, detto arbitro oppure a più soggetti che, formano un collegio arbitrale con il compito di giudicare la controversia. Quindi, una vera e propria alternativa alla giustizia ordinaria, con l’intento di rendere la giustizia più accessibile a tutti i cittadini, e di consentire soprattutto alle avvocatesse di operare nelle proprie sedi, conciliando esigenze lavorative e familiari.

L’inaugurazione dello Sportello si terrà il 14 giugno, alle ore 16:30, presso la sala consiliare a Palazzo di Città, e parteciperanno il Sindaco di Andria, avv. Nicola Giorgino, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Trani, avv. Tullio Bertolino, l’assessore dell’Avvocatura del Comune di Andria, avv. Paola Albo, il Presidente Associazione Avvocati Andriesi, avv. Francesco Montingelli, il Presidente Comitato Pari Opportunità dell’Ordine Avvocati di Trani, avv. Savina Vitti, Avvocato del Foro di Trani (Delegato distrettuale Cassa Forense) avv. Davide de Gennaro, il vice Presidente del Consiglio Nazionale Forense), avv. Francesco Logrieco e l’amministrativista del Foro di Trani, avv. Francesco Bruno.