Xylella, Marmo: «Sì all’uso dei fitofarmaci, la cultura del ‘no’ a priori ha favorito il batterio»

Xylella, Marmo: «Sì all’uso dei fitofarmaci, la cultura del ‘no’ a priori ha favorito il batterio»

La preoccupazione del consigliere regionale: «Batterio alle porte della terra di Bari»

«La pseudo-cultura del ‘no’ a priori ha fatto galoppare la Xylella fino alle porte della Terra di Bari. Per questo, è indispensabile utilizzare i fitofarmaci e non vietarli, come ha fatto imprudentemente qualche sindaco». Lo dichiara il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo.

«L’importante – aggiunge – è che le attività fitosanitarie non si svolgano indiscriminatamente, ma che avvengano in modo selettivo ed intelligente. A tal proposito, sarebbe necessaria una regia regionale altrettanto intelligente (cosa abbastanza difficile) che intervenga per governare le procedure: nel caso di raccolta di prodotti orticoli o fruttiferi, c’è l’obbligo di attendere il periodo di carenza prima di raccogliere oppure utilizzare i fitofarmaci subito dopo il raccolto. Scagliarsi contro ogni forma di lotta al batterio – conclude Marmo – non serve a nessuno, senza sottacere il fatto che proprio l’inazione sia stata tra le prime responsabili della diffusione del batterio».