Trony, procedura di vendita si chiude il 31 maggio

Dopo il fallimento dichiarato a marzo sono 35 i negozi all’asta compresi quelli di Andria e Trani

Si chiuderà il 31 maggio la prima fase della procedura di vendita per i 35 negozi Dps Group srl, la società che gestiva i negozi a marchio Trony in sei regioni italiane. Un fallimento, dichiarato dal tribunale di Milano (dove aveva sede Dps) il 15 marzo. Nella società lavoravano 458 dipendenti. A gestire la procedura di vendita è la casa d’aste on line It Auction, con sede a Faenza (Ravenna) che in una nota spiega come, al termine della prima fase che prevede la raccolta delle offerte irrevocabili di acquisto, si aprirà un’asta competitiva della durata di cinque giorni tra i migliori offerenti. I negozi vengono venduti come singoli rami d’azienda e le rimanenze presenti all’interno, in particolare elettrodomestici, saranno in vendita con asta separate.

I punti vendita oggetto della procedura si trovano in Lombardia (otto, nelle province di Pavia e Milano), Veneto (tre tra Treviso e Padova), Liguria (quattro punti vendita tra Imperia e Savona), Puglia (12, dislocati nelle province di Taranto, Lecce, Bari, Barletta-Andria-Trani), Basilicata (due in provincia Potenza) e Piemonte (sei negozi tra Cuneo, Torino e Alessandria). Nella stessa procedura vi sono anche i punti vendita di Andria e Trani chiusi proprio dallo scorso 15 marzo.