Il videogioco “Stup@r Mundi” al workshop nazionale sul Pensiero Computazionale

Il videogioco “Stup@r Mundi” al workshop nazionale sul Pensiero Computazionale

L’idea di alcuni alunni dell’Istituto “Vaccina” a Cesena il 28 aprile

La Scuola Vaccina con il videogioco “Stup@r Mundi “ al “Workshop Nazionale sul Pensiero Computazionale e Coding” a Cesena il 28 aprile. È il risultato della partecipazione alla gara nazionale “Coding@OPS” edizione 2017/2018; il Comitato Scientifico Tecnico delle Olimpiadi di Problem Solving ha, infatti, selezionato proprio il lavoro prodotto da Simone Ciciriello, Mario Lorusso, Caterina Montingelli, Flavia Pistillo e Riccardo Suriano guidati dai docenti Rosalia Maino, Rosa Malcangi e Francesco Sciascia.

Scuola Vaccina gruppo codingSi tratta di un videogioco realizzato con la piattaforma “Scratch” e denominato Stup@r Mundi. Un viaggio “virtuale” nella corte di Federico II, re di pixel, dove un giovane eroe si cimenta nella grande avventura programmata dai ragazzi della Scuola Vaccina; è Riccardo Senzatimore, giovane cortigiano andriese, assetato di conoscenza, che, per entrare a far parte della corte dell’Imperatore, si impegnerà a superare le otto prove del Castel del Monte, tra tasse sui vermi, arguti quesiti matematici, labirinti, regine e caccia con i falchi. Nel titolo, che rappresenta il nome onorifico di Federico II “Stupor Mundi”, vi è una piccola variazione tipica del mondo dei pixel e della tecnologia. A Cesena i ragazzi potranno presentare e discutere il loro lavoro al pubblico del workshop, eventualmente esteso ed arricchito con ulteriori idee maturate nel tempo e con i suggerimenti presenti nella valutazione.

«Un’esperienza significativa che si inserisce nelle diverse attività svolte nelle classi e che riguardano il coding ed il pensiero computazionale, commenta la dirigente Francesca Attimonelli, i ragazzi sono riusciti a produrre un lavoro creativo ed innovativo partendo dalla storia della nostra città e dello stesso Federico II di Svevia».