La carezza di Don Tonino Bello, Prof. Brucoli: «Testimonianza semplice e vera»

Evento organizzato dal I° circolo “Oberdan” in vista del 25esimo anniversario della scomparsa

Una carezza, ovvero il segno distintivo di un percorso di vita e di fede che nel 25esimo anniversario della propria scomparsa, porterà nelle sue città Papa Francesco. Una carezza, simbolo dell’amore per i bambini e per gli ultimi che ha contraddistinto il suo vescovato a Molfetta. Una carezza, quella di Don Tonino Bello, celebrata al I° Circolo “G. Oberdan” di Andria con un incontro-testimonianza che ha voluto ripercorrere il messaggio sempre più attuale del pastore deceduto il 20 aprile del 1993.

Un incontro nel quale bella ed appassionata è stata la testimonianza del Prof. Renato Brucoli, giornalista e amico di Don Tonino Bello e che ha tracciato diversi significati e diversi spunti di riflessione sul Vescovo di Molfetta anche alla luce dell’arrivo di Papa Francesco in Puglia il prossimo 20 aprile.

Tanti gli interventi, tra cui quelli del consigliere regionale Sabino Zinni e degli assessori comunali Luigi Del Giudice e Paola Albo, per una serata particolarmente partecipata e moderata dal responsabile del Centro Zenith Antonello Fortunato, e che ha posto le basi per la partenza dell’iniziativa regionale “in cammino con Don Tonino” e che ha coinvolto proprio l’Istituto “Oberdan” di Andria.

Il servizio completo su News24.City.